venerdì 12 febbraio 2010

Gli anni hanno i mutandoni

linda barry autoritratto (c) linda barry


Due libri nuovi accanto a me.
L'omnibus di Alec di Eddie Campbell (Top Shelf Productions) e What it is di Linda Barry (Drawn & Quaterly).
Il primo è soffio di vita, sottili rappresentazioni rapaci e incivili di esistenza. Eddie mette in scena e intanto gioca con le possibilità che una pagina bianca, la china e le vignette offrono. Si torna indietro di parecchi anni, prima di From Hell, prima di Bacchus. E poi si arriva a oggi. Una piega lunga di vita. Tutta la mia ammirazione.


(c) eddie campbell


What it is è cosa diversa. Linda è vorace, incontinente, maniaca, totalizzante. Riempie le pagine di composizioni, mischia i materiali, stimola in modo sincretico e sinestetico. Le ossessioni sulla vita, sulla creatività, sulla mente… What it is è una chiara e aperta e asfissiante riflessione sulla mente, sulla memoria, sul simbolo, sull’essere parte del mondo. Un puzzle di domande e soluzioni sull’emozione della creazione artistica. Una chiara riscoperta di sé. Senza imbarazzi.


(c) linda barry


Li sfoglio, li leggo a tratti e penso non esistono libri così di autori italiani.

Harry.

4 commenti:

  1. what it is, per quel che vedo qui, mi ricorda molto i libri illustrati di gianni rodari. Se avesse voluto fare un racconto sulla propria infanzia credo sarebbe venuto simile.

    RispondiElimina
  2. Alcuni direbbero: meno male :asd:

    RispondiElimina
  3. "What it is" mi sembra parecchio interessante.

    RispondiElimina



Tutti i testi di questo blog sono (c) di Harry Naybors, salvo dove diversamente indicato.
Puoi diffonderli a tuo piacere ma esplicitando sempre l'autore e/o la fonte.

La versione a fumetti di Harry è (c) di Daniel Clowes.